GIOVEDI 6 GIUGNO
ORE 18.30
Presentazione di “LOTTA AMATA”
di Emanuele Cioglia
Ed. Condaghes

Poteva la Sardegna diventare l’incubatrice della rivoluzione socialista mondiale?

Sembra il plot d’un romanzo utopico, fantapolitica. Tuttavia qualcuno molti decenni fa ci credette davvero. Come se Cuba e la Sardegna potessero unirsi attraverso un filo rosso, per taluni libertario, per altri brigatista e sanguinario. Alcuni giovani negli anni ’70 e all’alba degli ’80 di lavoro volevano fare la rivoluzione. Tra questi, di sicuro, lo zio di Erni, il (co)protagonista di questo romanzo. Zio Geremia nella carta d’identità provò a farsi scrivere “professione combattente”, ma all’anagrafe gli spiegarono che non si poteva, a meno che non s’intendesse dipendente delle Forze Armate. Allora lui disse all’impiegata: «scriva poeta».

L’autore aveva nove anni all’epoca della favola qui narrata. Molti aneddoti, soprattutto quelli relativi alle sue avventure, quelle del fratellino Ricciolo e delle cuginette Laura e Mara, sono autentici, veri, o verosimili. La storia parallela dello zio Geremia e del suo seguito di anarchici sgangherati, dei brigatisti e delle loro armi, degli amori e della comica forza rivoltosa di queste pagine, nonché quella del colpo di scena finale, risulta quasi del tutto inventata…

Ci vediamo giovedì 6 giugno alle 18.30 per parlare di “Lotta amata” alla presenza dell’autore. Introduce e coordina Marco Vargiolu.

🖍 Emanuele Cioglia è nato a Cagliari nel 1971. È laureato in Beni Culturali e Spettacolo con una tesi su l’anarchia nel canzoniere di Fabrizio De André ed è laureando magistrale in Storia dell’Arte. Ha pubblicato Un rivoluzionario al bar (La Riflessione 2005); Il mozzateste (Aipsa 2006); Tranquillo come una salma (Aipsa 2008); Asia non esiste (Arkadia 2012); Il registro dei grandi risentimenti (Caraco 2014); Mutamorfosi (Condaghes 2015); Lotta Amata (Condaghes 2019); Farfalle (Condaghes 2022).:

https://www.condaghes.it/scheda/978-88-7356-334-1/lotta-amata/it

 20 total views,  1 views today