Venerdì 17 gennaio, alle ore 17, alla presenza dell’autore, verrà presentato presso la nostra sede di via Barbagia, 11, il libro “Il cielo in terra” di Salvatore Atzori. Il libro sarà presentato da Ignazio Marras e sono previsti gli interventi, oltre a quello di un rappresentante della Casa del Popolo, di Tina Cosseddu per la lettura e i canti e di Gianni Frau per l’accompagnamento musicale

Il libro racconta un misterioso delitto, l’omertà di un paese contadino che cova risentimenti antichi, la difficile condizione delle donne che lottano per superare gelosie e inimicizie, l’assenza delle istituzioni civili e religiose, un profondo ritratto antropologico della Sardegna di fine Ottocento e delle sue tradizioni.

Nei tempi andati in Sardegna i delitti erano frequenti e dovuti a cause le più diverse e spesso tra loro connesse. Quello di Tiadoru Musiu, ritrovato stecchito in un canneto del ruscello Lanessi, si presenta come uno di quelli di cui tutti conoscono le cause, ma non l’autore. L’istituzione giudiziaria, non sapendo individuarne un colpevole plausibile, si limita a indagare secondo il preconcetto lombrosiano. L’istituzione ecclesiastica si limita da parte sua alla celebrazione di riti religiosi e a parole di circostanza per stemperare il clima di drammaticità che l’avvenimento traumatico determina in seno alla comunità. Ma la giustizia, per non perdere credito e potere e per dare un segno di legalità, finisce per incriminare due dei più improbabili responsabili. Il clero si limita ad una solenne cerimonia funebre, lasciando alla sorella del defunto, Cristina, il compito di compiere l’ultimo atto simbolico di vera e umana pietà“.

276 Visite totali, 1 visite odierne